PhotoPhotoPhotoPhotoPhotoPhotoPhotoPhotoPhotoPhotoPhotoPhoto
   La storia


Il Tecno Junior Team nacque ufficialmente nell' inverno del 2002 dalla volontà del presidente Angelo Campedelli di intraprendere nuove sfide, raggiungere nuovi obiettivi e traguardi internazionali, portando questo team oggi ad essere una grande realtà del Motorsport impegnata nel Campionato Mondiale Rally Produzione.

Ai nastri di partenza dell'ormai lontana stagione 2003 il team portò in gara due Mitsubishi Lancer Evo VI affidate a piloti giovani e all’ esordio in gare nazionali titolate.

Nel Trofeo Rally Asfalto la punta di diamante fu Fabio Gianfico, napoletano doc, con il quale iniziarono ad arrivare le prime soddisfazioni e vittorie come al Rally della Marca 2003.
In alcune gare del Trofeo Rally Terra, con apparizioni sporadiche e mirate, Alessandro Broccoli si impose con largo margine al Rally Coppa Liburna.
A metà di quella stagione si venne a creare una stretta collaborazione con Ralliart Italy tanto da diventare team satellite della stessa acquisendo due vetture Mitsubishi Lancer Evo 7.
Da quel momento, numerose furono le vittorie di Gianfico, la più importante al Rally di Piancavallo e Valli Pordenonesi al debutto con la nuova arma della casa dei tre diamanti.

Nel 2004 la squadra prese parte al Trofeo Mitsubishi con due equipaggi: Gianfico - Mongillo e Giorgi - Rega. Anche in questa stagione le vittorie di classe e i podi furono numerosi, ma il vero anno di svolta fu il 2005:
Alessandro Broccoli conquistò, dominando in lungo e in largo, il Trofeo Rally Terra gruppo N ed il relativo Trofeo riservato ai piloti Under 25.
Nello stesso anno il sammarinese, decisamente in splendida forma, si impose anche nel Trofeo monomarca Mitsubishi.
Fu anche l anno della consacrazione a campione di Fabio Gianfico che vinse, con una gara di anticipo, il Trofeo Rally Asfalto Gruppo N.
Nel frattempo Simone Campedelli, figlio del presidente Angelo, al volante di Mitsubishi delle diverse evoluzioni, fece esperienza nelle gare nazionali vincendo anche la categoria Under 25 al Rally di San Marino, gara di campionato italiano, e conquistando un prestigioso terzo posto al Memorial Bettega 2005 nel Trofeo Super N.
Il 2006 fu l'anno della riconferma di Fabio Gianfico nel Trofeo Rally Asfalto e del quarto posto nel Trofeo Mitsubishi e di Simone Campedelli che, oltre ad apparizioni in campo nazionale, ottenne uno splendido quarto posto e i relativi cinque punti nella classifica piloti mondiale al Rally di Cipro.

La stagione 2007 fu ricca di successi con la vittoria del Trofeo Rally Terra di Simone Campedelli e Danilo Fappani che, con due secondi posti e tre vittorie nelle sei gare in programma, con un gara di anticipo, portarono questo titolo nazionale in casa Rubicone / Tecno.

Inoltre il quarto posto nella classifica Produzione al Rally di Irlanda e l'ottavo in Grecia proiettarono cosi il giovane pupillo della "Rubicone" verso panorami internazionali.
Inoltre il team partecipò al Campionato Italiano Rally con Andrea Perego e Daniele De Luis risultando uno dei migliori team non ufficiali.

Nel 2008 il Tecno Junior Team ha occupato un importante posto nel Mondiale Rally partecipando al campionato Produzione con una squadra internazionale formata da tre equipaggi: i russi Evgeny Aksakov e Alexander Kornilov, Evgeny Novikov e Dimitry Chumak e gli italiani Simone Campedelli in coppia con Danilo Fappani.
In ambito nazionale la squadra ha gareggiato con distinti gentlemen driver quali Luigi Niboli e Antonio Bello a gare di Campionato Italiano, Coppa Italia e Rally Ronde.
Nel 2009 il Tecno junior team è stato protagonista del Campionato Italiano Rally e del Trofeo Rally Terra con Simone Campedelli e Danilo Fappani che si sono laureati Campioni Italiani Rally Produzione e Campioni Italiani Rally Under 23, mentre il portacolori partenopeo Fabio Gianfico si è aggiudicato il Rally di Sanremo nella categoria Produzione.
A questo si è aggiunto nella stagione 2009l’ impegno iridato del team Tecno e le partecipazioni nazionali con il pilota bresciano Gianluigi Niboli.
Nel 2010 il team affronta una nuova sfida e partecipa al Campionato Italiano Velocità della Montagna con il pilota Giovanni Del Prete, abile specialista delle cronoscalate con una Mitsubishi Lancer sviluppata esclusivamente per questo tipo di competizioni e gestita direttamente dalle officine del team romagnolo.
Inoltre i piloti Simone Campedelli e Fabio Gianfico, riconfermati entrambi calcheranno i palcoscenici rallistici nazionali ed internazionali.